Christiania (L’indipendenza creativa)

Carneviola è volata in Danimarca alla ricerca di un punto di vista diverso di vedere la creatività, un qualcosa che fluttuasse tra le grandi gallerie,i collezionisti privati e il libero sfogo.

Ci siamo imbattuti in tre diverse realtà, la prima è il Louisiana museum of modern Art, a nostro avviso una vera e propria icona di come dovrebbe essere architettonicamente strutturato un museo.
L’ingresso ,quasi nascosto da un piccolo cancello in ferro che cela un timido vialetto, abbraccia il visitatore tra tre piccoli edifici che a prima vista sembrano abitazioni private.Il senso di calore che si prova arrivando ai gradini del portone principale è lo stesso di quando si torna a casa dopo il lavoro.
Una volta entrati si è invece proiettati in una dimensione completamente diversa, è quasi come entrare in un alveare in cui ogni cosa ha una collocazione funzionale e perfettamente organizzata, nasce spontanea da subito la voglia di esplorare.
Gironzolando sorpresi della vastità delle aree espositive che da fuori non erano percepibili, subentra però in noi la sensazione che come “tutti gli altri musei” sia semplicemente l’ennesimo monumento sepolcrale di un Arte quasi mitologica.
Insomma la solita solfa : grandi nomi, pezzi blasonati etc etc… nulla che lasci spazio a qualcosa di fresco, di nuovo e di incontaminato di non commerciale.

IMG_8055

Ingresso del Louisiana Museum of Modern Art

Al termine del giro, torniamo a Copenaghen con il treno e ci rechiamo nel quartiere di Vesterbro, che dal 2000 in poi ha rilanciato la sua immagine con l’apertura di diverse gallerie d’Arte.
Qui le forme del design e della creatività non funzionale si mescolano facendo crescere il nostro appetito per l’inconsueto, il vivace e la sorpresa.Ogni vetrina racconta una storia ed un pochino ci si sente connessi a chi è entrato per la prima volta in quegli spazi e ha dovuto pensare al colore delle pareti, a come allestirli e a cosa ne sarebbe stato dell’idea che stava edificando.
Qui l’arte e il design si congiungono alla vita quotidiana, alla necessità naturale di circondarsi ma anche di creare oggetti di valore che appaghino l’anima.
L’unico sassolino nella scarpa?E’ comune e quindi non è ancora nello spirito Carneviola, non ci accontentiamo e non ci facciamo ammaliare dalle sirene della città.

Alla fine decidiamo di prendere la metro e di puntare diretti a Christiania,un quartiere, ex zona militare, che alla fine del 1971 è stato occupato dagli squatters e dichiarato indipendente.
Il primo pensiero è stato: “facile autosostentarsi scrivendo LEGALIZE sui muri e vendendo Marijuana liberamente e in tutto questo l’arte che centra?”
Facendo due passi tra magazzini semi abbandonati, rifiuti e sculture improvvisate, decidiamo di entrare in un edificio fatiscente su cui si scorge a malapena una scritta a bomboletta “Museum”.
Saliamo le scale buie e scricchiolanti fino a raggiungere l’ultimo piano dove apriamo una porta completamente scarabocchiata a pennarello.
All’interno, incredibilmente si svela ai nostri occhi una mostra di un artista locale, allestita probabilmente dai ragazzi che gestiscono il posto ma perfettamente disposta seppur in maniera del tutto anti-convenzionale.Purtroppo non ci è stato possibile fare foto perché nella maggior parte del villaggio è vietato, tuttavia siamo riusciti a rubare un paio di scatti di nascosto prima di acquistare la locandina dell’esposizione.

Camminando tra sculture, dipinti e micro installazioni, siamo rimasti di pezzo in pezzo sempre più incantati dall’originalità e la sensibilità con cui ognuno di questi è stato creato ed esibito.
“Abbiamo fatto centro!”
Siamo inciampati in ciò che cercavamo, l’esposizione ci ha regalato coinvolgimento è stata chiara, efficace, innovativa, non commerciale e lontana dai canoni estetici legati all’educazione visiva con cui la società è stata violentata nei secoli.
Entrare in contatto con una gestualità estemporanea di tale impatto emozionale ci ha lasciato un ricordo indelebile e ci ha restituito il senso per cui Carneviola è nata, l’indipendenza creativa.

IMG_8192.jpg

Esibizione presso il museo auto-gestito di Christiania



venenatis, id, felis lectus ultricies tristique ipsum Phasellus facilisis sit non neque.